Tracanna, “Bergamo in stile New Orleans: i giovani portano il jazz nei locali”

 

 

 

 

 

Dal 19 al 26 marzo torna Bergamo Jazz, il prestigioso evento musicale affidato alla direzione artistica dell’americano Dave Douglas. Nei diversi locali della città si esibiranno anche giovani talenti riuniti in una apposita sezione denominata “Scintille di Jazz”, curata da Tino Tracanna. Quando e dove


Se New Orleans è da sempre considerata la città del jazz, dal 19 al 26 marzo lo sarà anche Bergamo. Questo grazie a Bergamo Jazz, il prestigioso evento musicale per la seconda volta affidato alla direzione artistica dell’americano Dave Douglas, con 30 eventi e oltre 100 artisti coinvolti.


Al Teatro Donizetti, da sempre sede principale del festival, al Teatro Sociale e all’Auditorium di Piazza della Libertà si aggiungono altri luoghi dal particolare significato storico e simbolico, quali l’Accademia Carrara e la Biblioteca Angelo Mai, che diventano il palcoscenico per le performance delle figure di rilievo della scena improvvisata europea.

Continue Reading

Email

Double Cut sulla rivista Drumset Marzo

Double Cut

Drumset
Marzo 2017

Due generazioni di sassofonisti a confronto un incontro fra quello il veterano a Tino Tracanna e il giovane e Massimiliano Milesi favorito dalla comune frequentazione pur se con ruoli diversi del Dipartimento di jazz del Conservatorio di Milano. Dopo aver dato vita a un duo di sassofoni, Tracanna e Milesi hanno deciso di dotarsi di una ritmica creando un quartetto pianoless con il contrabbassista Giulio Corini e il batterista Filippo sala (a sua volta frequentatore del Conservatorio milanese). Nove tracce (cinque a firma Milesi, e tre a firma Tracanna più il canto alpino tradizionale “in sulle cime” per un album molto interessante, dagli accentuati effetti contrappuntistici (esaltati dalla assenza di uno strumento armonico) è che proietta la formazione verso il jazz d'avanguardia e la musica improvvisata contemporanea. In bella evidenza al giovane Filippo sala (tra l'altro un ex allievo di Marco Volpe), in particolare per il groove di “gufo”, l'assolo vecchia scuola su “Basic” è quello più open su “Alfred “ 

 Leggi la rivista Drumset

ALFREDO ROMEO

Email

Double Cut: Double Cut

Double Cut

All About Jazz

VINCENZO ROGGERO
February 23, 2017

Tre generazioni di musicisti si incrociano in Double Cut. Quella di Filippo Sala e Massimiliano Milesi, il primo batterista particolarmente in demand, presente in molti dei progetti più interessanti della nuova scena jazz italiana, il secondo sassofonista dai molteplici interessi coinvolto in ambiti musicali assai differenziati. Poi quella del contrabbassista Giulio Corini, figura di spicco del collettivo El Gallo Rojo e titolare dell'importante progetto denominato Libero Motu. E infine quella di Tino Tracanna, sax dello storico quintetto di Paolo Fresu, certo, ma musicista dal percorso articolato come pochi, in perenne ricerca, affascinato dalle forme d'arte e dalla musiche più diverse, mirabile esempio di sintesi fra tradizione e innovazione.

Tre generazioni di musicisti che non tanto si confrontano ma piuttosto condividono, mettono in campo esperienze, background, curiosità, idee per scoprire l'effetto che fa. Il risultato è un disco piacevolmente atipico, di grande spessore, dall'importante speso specifico. I fiati scorrazzano liberamente, tra frasi melodiose, formalmente ineccepibili e frammenti free, tra sequenze lineari e stimolanti intrecci. Il tutto senza la rete di protezione dello strumento armonico ma con il sostegno creativo della sezione ritmica, ed il valore aggiunto di un suono diretto, senza fronzoli, quasi grunge nella sua essenza.

Esemplificativo "In sulle cime," tradizionale canto alpino, lontano da qualsiasi deriva nostalgica, con il tema essenziale, ridotto all'osso che gradualmente monta in potenza e ricchezza espressiva fino a trasformarsi in innodico tumulto free, a metà strada tra la Brotherhood of Breath di Chris McGregor e le fanfare ayleriane.

Ottimo.

Track Listing: Ap-To; Plastica; Bach Ground; Gufo; Basics; In sulle cime; Alfred; Misterico; Surf on Neptune.

Personnel: Tino Tracanna: sax (soprano, tenore, baritono), melodica, fischietti; Massimiliano Milesi: sax (soprano, alto, tenore), melodica, fischietti; Giulio Corini: contrabbasso; Filippo Sala: batteria, percussioni.

Year Released: 2017 | Record Label: Ur Records

 

 

Leggi l'articolo su All About Jazz

Email

facebook